lunedì 9 febbraio 2015

Day 40. La neve se ne frega!



Tu che allarghi le braccia 
vuoi sentirla cadere
e le porgi la faccia
ti sembra cotone ti sembrano piume,
nessun tipo di sforzo
non fa neanche una piega
c'è chi ne ha già abbastanza
ma tanto la neve, lei se ne frega.
Copre i coppi e le piazze
le altalene e i bidoni
i sorrisi dei pazzi
e le bestemmie di qualche barbone,
tutti quanti costretti
ad un tempo diverso
io ti guardo negli occhi
e vedo lontano
il tempo che ho perso...
 Sembra tutto pulito
sembra tutto più chiaro
tutto quanto più morbido
senza più spigoli da arrotondare,
i progetti divini
il destino e la sfiga
fatti solo vicina che tanto
le neve lei se ne frega.


I segreti più son vecchi
e più saran pesanti
puoi tirarli fuori
tanto qui saran coperti,
la manna forse aveva questa forma
e allora puoi fidarti...
 Parlami davvero
sciogli questo gelo,
sentimi davvero
che spegniamo il buio,
baciami davvero
che non casca mica tutto il cielo
che ci stiamo ancora sotto insieme.
Parlami davvero
non lasciare niente,
scaldati davvero
sotto questa coltre
baciami davvero
che possiamo stare ancora fuori
che la neve qui fa il suo lavoro.
 Copre antenne e furgoni
gli ospedali e gli incroci
desideri e intenzioni
e fanali che fanno già meno luce,
io ti guardo negli occhi
hai le ciglia bagnate
e prometti di tutto
e nevica ancora da togliere il fiato...


Luciano Ligabue, La neve se ne frega, 2013